PRINCIPALI SCADENZE DI FEBBRAIO 2022

PRINCIPALI SCADENZE DI FEBBRAIO 2022

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti in scadenza nel mese di febbraio 2022.

Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono di sabato o in un giorno festivo, così come stabilito dall’articolo 7, D.L. 70/2011.

SCADENZA DEL 08-02-2022

Comunicazione spese sanitarie

I medici e altri professionisti sanitari, le farmacie e altre strut­ture sanitarie, op­pure i soggetti dagli stessi delegati, de­vono trasmet­tere in via telema­tica i dati relativi alle spese sanitarie sostenute nel semestre luglio-dicembre 2021, non­ché ai rimborsi effettuati nel semestre luglio-dicembre 2021 per presta­zioni non erogate o parzial­mente ero­gate:

  • al Sistema Tessera sanitaria del Ministero del­l’Eco­nomia e delle Finanze;
  • ai fini della precompilazione dei modelli 730/2022 e REDDITI PF 2022.

SCADENZE DEL 10-02-2022

Presentazione domande per il “bonus pubblicità”

Le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non com­mer­ciali devono presentare in via telematica al Di­par­timento per l’in­­formazione e l’editoria della Pre­si­den­za del Con­siglio dei Mi­nistri, utilizzando i servizi te­le­ma­­ti­ci messi a dispo­si­zione dall’Agenzia delle Entra­te, la dichiarazione sosti­tuti­va:

  • relativa agli investimenti pubblicitari sui giornali quotidiani e periodici, anche online, e sulle emit­tenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato, effettuati nel­l’an­no 2021;
  • al fine di beneficiare del credito d’im­posta del 50%, anche per gli investimenti non incrementali.

Non rileva l’ordine temporale di presentazione.

Credito d’imposta compensi avvocati/arbitri

I soggetti che, nell’anno 2021, hanno sostenuto com­­­­pen­­­si per avvocati o arbitri devono presentare la do­man­­da per la concessione del previsto credito d’impo­sta:

  • in caso di procedimenti di negoziazione as­si­stita con­clusi con successo o di con­­clusione dell’ar­bi­trato con lodo;
  • al Ministero della Giustizia, mediante l’ap­­po­­sita mo­­­dalità telematica.

SCADENZA DEL 15-02-2022

Comunicazione rapporti finanziari

Gli intermediari finanziari devono effettuare la tra­smis­­sio­ne in via telematica all’Anagrafe tributaria:

  • dei dati relativi ai rapporti finanziari intratte­nuti, in re­lazione all’anno 2021;
  • mediante il SID (Sistema di Interscambio Dati).

SCADENZE DEL 16-02-2022

Comunicazione opzioni per bonus “edilizi”

I fornitori e i cessionari, o loro intermediari, devono co­mu­­nicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i cre­­diti relativi a “bonus edilizi” oggetto di sconto in fat­tura o di una o più cessione, per le opzioni relative agli interventi agevolabili per gli anni 2020, 2021 e 2022, al fi­ne di poter beneficiare di una ulteriore cessione ad altri sog­getti, com­presi gli istituti di credito e gli altri inter­me­diari finan­ziari (art. 121 del DL 34/2020 e art. 28 del DL 4/2022).

Versamento IVA mensile

I contribuenti titolari di partita IVA in regime men­sile devono:

  • liquidare l’IVA relativa al mese di gennaio 2022;
  • versare l’IVA a debito.

I soggetti che affidano la tenuta della contabilità a ter­zi e ne hanno dato comu­nica­zione all’ufficio del­le En­tra­­te, nel liquidare e versare l’IVA possono far riferi­mento al­l’IVA divenuta esigibile nel se­condo mese precedente.

È possibile il versamento trimestrale, senza ap­­pli­ca­zio­­ne degli in­te­­res­si, dell’IVA relativa ad ope­ra­­zio­ni de­­ri­van­ti da con­tratti di sub­for­ni­­tura, qua­lora per il paga­men­to del prez­zo sia stato pattuito un ter­mine suc­ces­sivo alla con­­se­gna del be­ne o alla co­munica­zione del­l’av­­venuta ese­­cuzione del­­la pre­sta­zione di servizi.

A causa dell’emergenza da COVID-19, per gli enti sportivi, nel rispetto dei requisiti previsti dall’art. 1 co. 923 – 924 della L. 30.12.2021 n. 234 (legge di bilancio 2022), il versamento può essere effettuato, senza inte-ressi e sanzioni:

  • in un’unica soluzione entro il 30.5.2022;
  • oppure, per il 50% del totale dovuto, in 7 rate mensili di pari importo a partire dal 30.5.2022 e per il restante 50% entro il 16.12.2022.

Versamento IVA quarto trimestre 2021

I contribuenti titolari di partita IVA in regime trime­strale “speciale” (es. autotrasportatori, ben­zinai e subfor­ni­to­ri) devono:

  • liquidare l’IVA relativa al trimestre ottobre-dicem­­­bre 2021;
  • versare l’IVA a debito, senza maggiorazione di in­­­te­­ressi, al netto dell’eventuale acconto.

Versamento ritenute e addizionali

I sostituti d’imposta devono versare:

  • le ritenute alla fonte ope­rate nel mese di gen­naio 2022;
  • le addizionali IRPEF trattenute nel mese di gen­­naio 2022 sui redditi di lavoro dipen­den­te e assi­milati.

Il condominio che corrisponde corrispettivi per ap­pal­ti di opere o servizi può non effettuare il ver­sa­mento delle ritenute di cui all’art. 25-ter del DPR 600/73, en­tro il ter­mine in esame, se l’am­montare cu­­mulativo del­le rite­nute operate nei mesi di dicem­­bre 2021 e gennaio 2022 non è di almeno 500,00 euro.

A causa dell’emergenza da COVID-19, per gli enti sportivi, nel rispetto dei requisiti previsti dall’art. 1 co. 923 – 924 della L. 30.12.2021 n. 234 (legge di bilancio 2022), il versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipen­den­te e assimilati può essere effettuato, senza interessi e sanzioni:

  • in un’unica soluzione entro il 30.5.2022;
  • oppure, per il 50% del totale dovuto, in 7 rate mensili di pari importo a partire dal 30.5.2022 e per il restante 50% entro il 16.12.2022.

Imposta sostitutiva rivalutazioni TFR

I datori di lavoro sostituti d’imposta devono versare il saldo dell’imposta sostitutiva del 17% sulle rivalu­ta­zioni del TFR maturate nel 2021. È possibile utilizzare in compensazione della sud­detta im­­­posta sostitutiva il credito derivante dal ver­samento ne­gli anni 1997 e/o 1998 dell’anticipo della tassazione del TFR.

Contributi INPS artigiani e commercianti

I soggetti iscritti alla Gestione artigiani o com­mer­cianti dell’INPS devono effettuare il ver­sa­mento della quarta e ultima rata dei contributi previden­zia­li compresi nel mi­­­ni­male di red­dito (c.d. “fissi”), re­la­­tiva al trimestre otto­bre-dicem­­bre 2021.

Le informazioni per il versamento della con­tri­bu­zio­ne do­­­­­vuta possono essere prelevate dal Cassetto previ­den­­­zia­le per artigiani e com­mer­cianti, attra­ver­so il sito del­l’INPS (www.inps.it).

Premi INAIL

Presentazione telematica all’INAIL delle comuni­cazio­ni mo­­­­­tivate di riduzione delle retribuzioni pre­sunte per il 2022.

Versamento in autoliquidazione 2021/2022 dei pre­mi INAIL:

  • in unica soluzione;
  • oppure, in caso di opzione per il versamento ra­tea­­le, della prima delle previste quattro rate, sen­­­za maggiorazione di interessi.

SCADENZA DEL 21-02-2022

Credito d’imposta per acquisto di prodotti riciclati

Le imprese e i lavoratori au­tonomi devono in­viare in via telematica al Ministero della Transizione ecologica, entro le ore 12.00:

  • la richiesta per il riconoscimento del­l’apposito cre­dito d’imposta per l’acqui­sto di prodotti riciclati, in relazione alle spese sostenute nell’anno 2020;
  • tramite la piattaforma informatica Invitalia PA Di­gitale (https://padigitale.invitalia.it).

Rileva l’ordine cronologico di presentazione delle domande ammissibili, nel limite delle risorse disponibili.

SCADENZA DEL 25-02-2022

Presentazione modelli INTRASTAT

I soggetti che hanno effettuato operazioni in­tra­­­co­mu­­­­nitarie presentano all’Agenzia delle Entrate i mo­delli INTRASTAT:

  • relativi al mese di gennaio 2022, in via ob­bliga­toria o facoltativa;
  • mediante trasmissione telematica.

I soggetti che, nel mese di gennaio 2022, han­no su­­pe­ra­to la soglia per la presentazione tri­me­stra­le dei mo­delli INTRASTAT presentano:

  • i modelli relativi al mese di gennaio 2022, ap­po­si­­tamente contrassegnati, in via obbli­gatoria o fa­col­tativa;
  • mediante trasmissione telematica.

Con la determinazione Agenzia delle Dogane e dei Mo­nopoli 23.12.2021 n. 493869 sono stati approvati i nuovi modelli INTRASTAT e sono state pre­viste ulteriori semplificazioni per la presentazione dei modelli INTRA-STAT, applicabili a partire dagli elen­chi re­lativi al 2022.

SCADENZE DEL 28-02-2022

Regolarizzazione omessi o infedeli modelli REDDITI, IRAP e CNM 2021

Le persone fisiche, le società di persone e i sog­getti equiparati, nonché i soggetti IRES con perio­do d’im­po­sta coincidente con l’anno solare, pos­so­no re­go­la­riz­­za­re, mediante il rav­­ve­dimento ope­roso, l’omessa pre­sen­­ta­zione dei modelli:

  • REDDITI 2021;
  • IRAP 2021 (se soggetto passivo);
  • CMN 2021 (in caso di adesione al regime del consolidato fiscale).

La regolarizzazione si perfeziona mediante:

  • la presentazione in via telematica, diretta­men­te o tramite un intermediario abilitato, delle di­chia­ra­­zio­­ni omesse;
  • la corresponsione, per ciascuna dichiara­zio­­­ne (red­­diti, IRAP e consolidato), delle previste san­­­­zioni, ridotte ad un deci­mo del minimo.

Entro il termine in esame è inoltre possibile rego­la­riz­­­zare i suddetti mo­delli infedeli, presentati en­tro il 30.11.2021:

  • mediante la presentazione in via telema­tica, di­ret­­tamente o tramite un interme­dia­rio abi­li­ta­to, delle dichia­ra­zioni integrative;
  • con la corresponsione, per ciascuna dichia­ra­zio­ne, delle previste sanzioni, ridotte ad un nono del minimo.

In ogni caso, le eventuali violazioni relative ai ver­sa­men­­­­ti devono essere oggetto di separata rego­la­­riz­za­zione.

Redazione inventario

Gli imprenditori individuali, le società e gli enti com­mer­ciali con esercizio coincidente con l’anno solare de­­vo­no redigere e sottoscrivere l’inventa­rio relativo al­l’e­­ser­ci­zio 2020.

Per i soggetti “non solari”, l’inventario deve esse­re re­datto e sottoscritto entro 3 mesi dal termine di pre­sen­tazione della dichiarazione dei redditi.

Stampa scritture contabili

I contribuenti, con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, che tengono la contabilità con sistemi mec­­canografici, devono effettuare la stam­pa su carta delle scritture contabili relative all’esercizio 2020.

Per i soggetti “non solari”, la stampa delle scrit­tu­re con­­­tabili tenute con sistemi meccanografici de­ve av­ve­nire entro 3 mesi dal termine di presen­tazione della di­chia­­razione dei redditi.

La tenuta con sistemi elettronici, su qualsiasi supporto dei registri contabili è, in ogni caso, considerata re­go­lare in difetto di trascrizione su supporti cartacei nei termini di legge, se in sede di accesso, ispezione o ve­rifica gli stessi risultano aggiornati sui predetti sistemi elettronici e vengono stampati a seguito della richiesta avanzata dagli organi procedenti ed in loro presenza.

Conservazione informatica dei documenti

I contribuenti, con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, che conservano documenti o re­gi­­­stri in forma informatica, devono concludere il pro­cesso di con­­­­servazione informatica dei docu­menti:

  • relativi all’anno 2020;
  • mediante l’apposizione, sul pacchetto di archi­via­­zio­ne, di un riferimento temporale op­poni­bile ai terzi.

Per i soggetti “non solari”, la conclusione del pro­ces­so di conservazione informatica dei docu­menti deve av­ve­nire entro 3 mesi dal termine di presentazione del­la dichiarazione dei redditi.

Regolarizzazione secondo o unico acconto 2021

I soggetti che hanno omesso o effettuato in ma­niera in­suf­ficiente o tardiva i versamenti del secondo o uni­co ac­conto delle imposte dovute per l’anno 2021, la cui sca­denza del termine era il 30.11.2021, possono re­go­la­riz­zare le viola­zio­ni applicando la sanzione ri­dotta dell’1,67%, oltre agli in­teressi legali.

Richiesta agevolazione contributi INPS artigiani e commercianti

Gli imprenditori individuali, che applicano il regime fi­sca­le forfettario di cui alla L. 190/2014, devono presentare all’INPS, in via telematica, l’apposita dichiarazione per fruire per il 2022 del regime contributivo agevolato, in caso di nuova attività iniziata nel 2021.

In relazione ai soggetti che hanno già bene­fi­ciato del re­gime agevolato per il 2021, l’age­volazione si appli­cherà anche nel 2022:

  • ove permangano i requisiti;
  • salvo espressa rinuncia del beneficiario.

Premi INAIL

Presentazione telematica all’INAIL delle dichiarazioni del­le retri­bu­zioni, in rela­zio­ne all’autoliquidazione dei pre­­mi dovuti a saldo per il 2021 e in acconto per il 2022.

Trasmissione dati liquidazioni periodiche IVA

I soggetti passivi IVA, non esonerati dall’ef­fet­tua­zio­ne delle liqui­da­zioni periodiche o dal­la pre­sen­ta­zio­ne del­­­la dichiarazione IVA an­nuale, devono tra­smet­tere all’A­gen­­­zia delle Entrate:

  • i dati delle liquida­zioni periodiche IVA rela­tive al tri­mestre ottobre-dicembre 2021;
  • in via telematica, direttamente o tra­mite un inter­­me­­diario abilitato.

I contribuenti trimestrali presentano un uni­co mo­du­lo per ciascun trimestre; quelli men­sili, invece, pre­sen­­ta­no più moduli, uno per ogni liquidazione men­sile ef­fet­tuata nel trimestre.

La comunicazione in esame può non essere presentata se, entro lo stesso termine, viene presentata la dichia­razione annuale IVA relativa al 2021.

Dichiarazione e versamento IVA regime “IOSS”

I soggetti passivi che hanno aderito al regime speciale “IOSS” devono presentare all’Agenzia delle Entrate, in via telematica, la dichiarazione relativa al mese di gennaio 2022 riguardante le vendite a distanza di beni im­portati:

  • non soggetti ad accisa;
  • spediti in spedizioni di valore intrinseco non supe­riore a 150,00 euro;
  • destinati ad un consumatore in uno Stato mem­bro dell’Unione europea.

La dichiarazione deve essere presentata anche in man-can­­za di operazioni rientranti nel regime.

Entro il termine in esame deve essere versata anche l’IVA do­vuta in base alla suddetta dichiarazione, se­condo le ali­quote degli Stati membri in cui si considera effettuata la cessione.

Versamento imposta di bollo fatture elettroniche

I soggetti passivi IVA, residenti o stabiliti in Italia, de­vo­no ver­­sare l’imposta di bollo dovuta per le fatture elet­troniche emesse nel trimestre ottobre-dicembre 2021.

L’ammontare dell’imposta dovuta, anche a seguito dell’integrazione delle fatture trasmesse, è reso noto dall’Agenzia delle Entrate nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi”.

Trasmissione dati forniture documenti fiscali

Le tipografie autorizzate alla stampa di documenti fi­­sca­­li e i soggetti autorizzati alla rivendita devono co­­mu­­­nicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate:

  • i dati relativi alla fornitura di documenti fi­sca­li, con riferimento all’anno 2021;
  • direttamente o avvalen­dosi degli interme­dia­ri abi­­­litati.

Comunicazione spese sanitarie

I medici e altri professionisti sanitari, le farmacie e altre strut­ture sanitarie, op­pure i soggetti dagli stessi delegati, de­vono trasmet­tere in via telema­tica al Sistema Tessera sanitaria del Ministero del­l’Eco­nomia e delle Finanze i dati relativi:

  • alle spese sanitarie sostenute nel mese di gen­naio 2022;
  • ai rimborsi effettuati nello stesso mese per pre-sta­zioni non erogate o parzial­mente ero­gate.

Comunicazione spese veterinarie

Gli iscritti agli Albi professionali dei veterinari, op­pu­re i sog­get­ti dagli stessi delegati, devono tra­smet­­tere in via te­lema­tica al Sistema Tessera sanitaria del Ministero del­l’Eco­no­mia e delle Finanze i dati relativi:

  • alle spese veterinarie soste­nu­te nel mese di gen­naio 2022;
  • riguardanti gli animali legalmente detenuti a sco­po di com­pagnia o per la pratica sportiva.

Presentazione domande per il “bonus acqua potabile”

Le persone fisiche, i soggetti esercenti attività d’im­pre­sa, arti o profes­sioni e gli enti non com­merciali devo­no comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entra­te, direttamen­te o tramite un intermediario abilitato:

  • le spese sostenute nel 2021 per l’acqui­sto e l’in­stallazione di sistemi di filtraggio, mineraliz­zazio­ne, raffreddamento e/o addizione di anidride carbo­nica alimentare, finalizzati al miglioramento qua­litativo delle acque per il consumo umano ero­gate da acquedotti, al fine di beneficiare del previsto credito d’im­po­sta;
  • mediante la compilazione dell’apposito modello.

Non rileva l’ordine cronologico di presentazione

Credito d’imposta per la promozione della musica

Le imprese produttrici di fonogrammi e videogrammi musicali e le imprese organizzatrici e produttrici di spet­tacoli di musica dal vivo devono presentare le domande di concessione del credito d’imposta per la promozione della musica:

  • al Ministero della Cultura, in via telematica;
  • in relazione ai costi sostenuti per le opere distri­buite o commercializzate nell’anno precedente.

Registrazione cumulativa contratti di affitto terreni

I soggetti che, nel 2021, hanno stipulato contratti di af­fit­to di fondi rustici, non formati per atto pubblico o scrit­tu­ra pri­vata autenticata, stipulati tra le stesse parti, de­vo­no:

  • effettuare la loro registrazione cumulativa;
  • versare la relativa imposta.

SCADENZA DEL 02-03-2022

Registrazione contratti di locazione

Le parti contraenti devono provvedere:

  • alla registrazione dei nuovi contratti di loca­zione di immobili con decorrenza inizio me­se di feb­bra­io 2022 e al pagamento della relativa impo­sta di registro;
  • al versamento dell’imposta di registro anche per i rinnovi e le annualità di contratti di loca­zione con decorrenza inizio mese di febbraio 2022.

Per la registrazione è obbligatorio utilizzare il “mo­dello RLI”, approvato con il provv. Agenzia delle En­trate 19.3.2019 n. 64442.

Per il versamento dei relativi tributi è obbligatorio utiliz­zare il modello “F24 versamenti con elementi identi­­fi­ca­tivi” (F24 ELIDE), indicando gli appositi co­di­ci tributo isti­tuiti dall’Agenzia delle Entrate.

ACCESSO AREA RISERVATA